Problem Solving

Soluzioni fuori dagli standard


Attività trasversale ed eterogenea, essa è di fatto il cuore dei miei servizi di consulenza.
Risolvo continuamente problemi per i miei clienti, tutti i giorni. Chiunque lo fa, ma spesso gli ambiti di intervento sono limitati alla propria mansione e non sempre si tratta di processi organizzati.

Soprattutto nelle PMI, è spesso il titolare o uno dei manager ad occuparsi delle problematiche che non possono essere affrontate dai normali protocolli, ovvero dai flussi di lavoro precostituiti. Trattandosi però di operazioni straordinarie, richiedono un'attenzione e un tempo che non sempre queste figure aziendali hanno la possibilità di dedicare. Tutto ciò genera spesso caos, disorganizzazione e sovraccarico informativo. Altrettanto frequentemente vi sono perdite di informazioni o compiti che non vengono conclusi.

Tutto ciò viene purtroppo vissuto come "normale" in molte realtà, ma è altamente controproducente e dannoso per tutta l’organizzazione.

Nel mio ruolo di problem solver (solitamente "Project Manager" nei rapporti con i clienti dei miei clienti), mi occupo di prendere in carico alcune problematiche non processabili dai protocolli standard dell’azienda, adottando un approccio metodico e allo stesso tempo creativo. Apro dei ticket che permettono all'azienda di monitorare la mia attività senza che essa risulti invasiva, procedendo verso soluzioni positive e specifiche per ogni problema.

Il fatto che alcuni problemi siano “fuori dagli standard” per l’azienda cliente, non significa che necessariamente lo siano per me, in quanto operando in diverse realtà ho acquisito competenze, informazioni e contatti che mi permettono di potere avere la soluzione a portata di mano, oppure di poter accedere più velocemente agli strumenti per realizzarla.

Login MOBILE

Questo sito utilizza i cookies. Puoi chiudere questo messaggio e proseguire la navigazione, grazie.